Filiano si riconferma Comune Riciclone

Tempo di lettura: 2minuti

Filiano conferma la sua qualità di “Comune riciclone” nell’anno 2018 con il 79,59% di raccolta differenziata. Già nell’edizione 2017, Filiano si era posizionato al 2° posto nella categoria dei comuni della Basilicata con popolazione sotto i 10.000 abitanti con il 73,25% di raccolta differenziata. Quest’anno Filiano rientra anche a pieno titolo tra i 23 Comuni Rifiuti Free della Basilicata, avendo una produzione di indifferenziato annua procapite inferiore a 75 kg. Inoltre, i dati ISPRA sull’andamento della raccolta differenziata nel nostro comune, riferiti ai primi mesi del 2019, indicano una percentuale dell’86% circa.

“Comuni Ricicloni” è un’iniziativa promossa da Legambiente che nasce nel 1994 e per molti comuni italiani rappresenta un importante momento di verifica e di comunicazione degli sforzi compiuti per avviare e consolidare la raccolta differenziata e, più in generale, un sistema integrato di gestione dei rifiuti. L’iniziativa, patrocinata dal Ministero per l’Ambiente, premia le comunità locali, gli amministratori e i cittadini, che hanno ottenuto i migliori risultati nella gestione dei rifiuti.

Dal Dossier 2018 dei Comuni Ricicloni della Basilicata, emerge che per quanto attiene alla raccolta differenziata dei rifiuti e al conseguente recupero di materiali, nella nostra regione sono stati fatti molti passi in avanti, ma molti sono ancora da fare per quanto riguarda la dotazione impiantistica regionale. Il numero dei Comuni Ricicloni in Basilicata è in notevole crescita ma va sottolineato che c’è ancora una percentuale considerevole (circa il 28%) di comuni lucani che non ha ancora avviato un vero sistema di raccolta differenziata nel proprio territorio.

In un’epoca come quella attuale, in cui il riscaldamento globale ha raggiunto livelli allarmanti e rischia di stravolgere in maniera irreparabile gli equilibri climatici, è più che mai necessario continuare a promuovere l’impegno e la sensibilità dei cittadini e delle istituzioni verso la tutela ambientale. Abbiamo un solo pianeta in cui vivere e dobbiamo proteggerlo.

Share Button