Caro Babbo Natale

Tempo di lettura: 2minutiTempo di lettura: 2minuti

Caro Babbo Natale,
siamo arrivati quasi alla fine di quest’anno di mer… No, no, rifacciamo.

Caro Babbo Natale,
rieccomi qui. Quello che sta per concludersi è stato un anno difficile per tutti, perciò sappi che i tuoi regali saranno fondamentali per tirare un po’ su il morale delle persone.
A te come vanno le cose?
Certo che, anche senza pandemia, abitare al Polo Nord non è che dev’essere tutta ‘sta grande movida.
Comunque raccontami, come vi siete organizzati alla fabbrica dei regali? Gestire tutti quegli elfi non dev’essere stato facile, so che non sono dei tipi molto ligi alle regole. Ho letto che il Grinch è riuscito a organizzare diversi assembramenti e per un po’ anche il vostro villaggio è stato zona rossa.
A proposito di colori, ti avviso che da domani la mia regione sarà zona gialla quindi tranquillo, puoi portarci i regali.
Che poi come funziona? Sei tenuto a rispettare le regole e/o i DPCM di tutti i Paesi in cui vai o hai un lasciapassare speciale?

Volevo avvisarti che quest’anno mi sono organizzata diversamente, per assicurare il massimo rispetto delle regole anti Covid-19. All’ingresso di casa ho installato uno di quei rilevatori automatici della temperatura corporea e un distributore automatico di amuchina. Non è che non mi fido di te, sia chiaro! Ma sai com’è: viaggi tanto, visiti tanti Paesi ed entri in tante case… Meglio essere prudenti, dopo tutti i sacrifici che abbiamo fatto fino ad ora non vorrei tornare al punto di partenza. Non penso di farcela a rivivere tutto di nuovo. Ah, ultima cosa ma non per importanza: per entrare in casa devi indossare la mascherina!
Ci sei fino qui?
Una volta fatto questo, potrai lasciare i regali sotto l’albero.
Per ricompensarti dopo tutto questo noioso ma necessario sbattimento, ho preparato anche io un regalo per te: un sacco di cose buone da mangiare, il classico “pacco da giù”. Ne hai sentito parlare? So che sei un buongustaio, quindi sono sicura che apprezzerai molto.

Bene, credo di averti detto tutto.
Anzi no, volevo dirti grazie e che ti voglio bene.
Lo so, lo so… non sono il tipo da frasi mielose di questo tipo, ma credo che dopo un anno come quello che abbiamo vissuto, fatto di distanze e di abbracci vietati, sia fondamentale scambiarsi frasi e belle parole d’affetto.
Buon Natale!

Share Button