Rete Antenna PON: incontro a San Fele su agricoltura, sviluppo e turismo

Tempo di lettura: 2minutiTempo di lettura: 2minuti

Turismo, agricoltura sostenibile, benessere e sviluppo territoriale, sono stati questi i temi al centro dell’incontro che si è svolto a San Fele, mercoledì 24 luglio, organizzato dalla Rete Antenna PON (Programma Operativo Nazionale) dei Comuni Associati in Ricerca e Innovazione, insieme alla vicepresidenza della Regione Basilicata e all’assessorato all’agricoltura.

Costituita il 9 agosto 2018, la Rete Antenna PON è un progetto rientrante nella Strategia nazionale della comunicazione del PON Ricerca e Innovazione 2020. L’Associazione, che si caratterizza per apertura, inclusione, solidarietà e sussidiarietà tra i Comuni associati, anche al fine di promuovere un dialogo sempre più proficuo con le istituzioni sovra-locali, regionali e nazionali, vede oggi raggruppati 16 comuni della Basilicata: Atella, Barile, Bella, Castelgrande, Filiano, Ginestra, Montemurro, Pescopagano, Rapolla, Rapone, Rionero in Vulture, Ruvo del Monte, Tramutola, Viggiano, Vietri di Potenza e San Fele, comune capofila.

L’incontro è stato introdotto dai saluti del sindaco di San Fele e presidente della Rete Antenna Pon Basilicata, Donato Sperduto, il quale ha dichiarato: “È necessario ripartire dall’agricoltura e dai prodotti della terra per creare un circuito virtuoso fra salute, benessere e ospitalità. Promuovere la dieta mediterranea può essere un’opportunità per la prevenzione e la cura delle persone, ma anche per favorire quella ospitalità che faccia apprezzare l’enogastronomia della Basilicata e che integri quella offerta turistica che va dalla cultura all’ambiente e dalla natura all’alimentazione.”

L’obiettivo dell’iniziativa – come ha illustrato Michele Lastilla, coordinatore regionale della Rete Antenna Pon Basilicata – è quello di sostenere le aziende agricole, favorirne l’innovazione e la crescita, introdurre il blockchain per la tracciabilità delle filiere alimentari dalla produzione al consumo, verificare nuove opportunità di lavoro e aprirsi a nuove competenze in una prospettiva di sviluppo per le diverse comunità.

All’incontro hanno partecipato esperti di sviluppo locale, d’innovazione tecnologica nel settore agricolo e di metodi partecipativi da applicare come RETE nella costruzione di obiettivi condivisi, tra i quali Emmanuele Daluiso, vicepresidente Euroidees – Bruxelles; Davide Bruno, rappresentante TIM e Micaela Deriu, esperta in sviluppo locale e processi partecipativi.
In collegamento Skype è intervenuto anche Felice Ungaro, direttore struttura Health Marketplace Regione Puglia, il quale ha illustrato la buona prassi in via di sperimentazione da parte della sua regione su salute e benessere e sul progetto Apulian lifestyle.
A conclusione del seminario, c’è stato l’intervento di Francesco Fanelli, vicepresidente della Giunta Regionale e assessore all’agricoltura della Regione Basilicata. Nel corso del seminario è stata anche sottoscritta la lettera d’intenti dei Sindaci e Amministratori locali della Rete Antenna PON da consegnare alla Presidenza della Regione Basilicata.

Share Button