L’arte di Arman Nur protagonista a Filiano

Tempo di lettura: 2minuti
Foto Rocco Lucia

Esiste un luogo in Armenia in cui ogni sera è possibile vedere gli angeli tornare a casa. Un posto dove chiunque si reca per chiedere un miracolo, lo può ottenere. Questo luogo è Noravank, monastero del XIII secolo situato vicino alla città di Yeghegnadzor. Il fascino, la spiritualità e il mistero di questa regione così lontana hanno preso vita nell’opera realizzata in estemporanea dall’artista armeno Arman Nur, nel corso della performance di venerdì 19 ottobre al Palazzo Corbo di Iscalunga, a Filiano.

Arman Nur è un disegnatore, orefice, scultore e pittore armeno, che in questo periodo sta visitando la Basilicata nell’ambito del progetto Residenza d’Artista promosso da Porta Coeli International Art Gallery di Venosa.
Nur attraverso le sue mani – da lui stesso definite strumenti imprescindibili della sua arte – ha voluto raccontare la sua terra e lo ha fatto usando una tecnica insolita rispetto a quello che è il suo stile di lavoro: ispirato dal luogo inusuale e dalle emozioni delle persone presenti in sala, ha dipinto usando spatola e colori acrilici. Toni caldi, intensi e decisi per narrare un luogo a lui molto caro.
Non capita spesso di poter assistere dal vivo alla nascita di un’opera d’arte e allo stesso tempo poter interagire con l’artista. Il pubblico, incuriosito e affascinato, non si è limitato ad assistere ma ha posto domande riguardanti i temi più disparati: dallo stile alla tecnica, dalla tradizione all’innovazione, fino ad arrivare a quelle che sono le fonti d’ispirazione della sua arte.

Foto Rocco Lucia

Questo evento del tutto originale è stato organizzato dall’Associazione Pro Loco di Filiano, in collaborazione con Porta Coeli International Art Gallery di Venosa e il Comune di Filiano.
Per la Pro Loco di Filiano, l’incontro con l’artista Arman Nur è stato un prezioso momento di arricchimento culturale.” ha dichiarato la Presidente Maria Santarsiero “Questa sera abbiamo sperimentato una nuova tipologia di evento e, visto il successo ottenuto, credo proprio che ne seguiranno molti altri dello stesso tipo.
L’opera d’arte realizzata dall’artista armeno nel corso della serata rimarrà a Filiano e sarà esposta presso la sede della locale Pro Loco in Viale Primo Maggio, dove chiunque potrà visitarla e apprezzarla.
Per ringraziare Arman Nur per aver condiviso il suo stile e la sua arte non solo con i tanti presenti, ma con l’intera comunità di Filiano, la Pro Loco gli ha consegnato una targa in cristallo e foglia d’oro (23,75 kt) realizzata dall’artista filianese Saverio Palladino.
Hanno preso parte alla serata anche il Sindaco di Filiano, Francesco Santoro, il direttore di Porta Coeli International Art Gallery, Aniello Ertico e il Consigliere regionale, Aurelio Pace.

Share Button