Al via la 2ª edizione del Festival della Divulgazione

Tempo di lettura: 2minutiTempo di lettura: 2minuti

Ricevo e condivido il comunicato stampa relativo alla seconda edizione del Festival della Divulgazione, che si svolgerà dal 3 al 5 novembre 2017 a Potenza, presso l’Università degli Studi della Basilicata e il Centro per la Creatività Cecilia, sul tema “Informazione & Conoscenza. Quando il più significa meno

COMUNICATO STAMPA

Torna a Potenza da venerdì 3 fino a domenica 5 novembre, ogni giorno dalle 10 alle 20 presso l’Università degli Studi della Basilicata, il Festival della Divulgazione, ideato e organizzato dall’associazione Liberascienza con l’obiettivo di connettere coloro che generano conoscenza alla società.
Al centro della seconda edizione un’analisi approfondita su come evitare le trappole del sistema informativo, in particolare su temi importanti e delicati come scienza, salute, clima, economia, migrazioni, imparando a districarsi tra bufale, fake news, falsi miti e credenze, complotti, idee antiscientifiche, informazioni non verificate, cattivo giornalismo.
Numerosi gli ospiti di rilievo nazionale e internazionale, che porteranno esperienze e punti di vista sull’argomento “Informazione & Conoscenza. Quando il più significa meno”. Tra di essi il sociologo francese Gérald Bronner, esperto di credenze collettive, che esporrà i rischi della liberalizzazione dell’informazione nella odierna democrazia dominata dai mass media, il regista e documentarista Andrea Segre, che interverrà sulla responsabilità dello sguardo nel racconto dei migranti, il giornalista economico de l’Espresso Luca Piana, che si addentrerà nei meandri delle bufale finanziarie, la virologa e ricercatrice di fama internazionale Ilaria Capua, che racconterà la triste vicenda che l’ha vista vittima di un’accusa infondata di traffico internazionale di virus durante la sua esperienza da parlamentare.
Oltre agli incontri, previsti anche momenti di divagazione scientifica, exhibit, laboratori per le scuole, spettacoli teatrali per adulti e bambini. Alcuni eventi serali, tra cui il concerto della band elettronica Omosumo, si svolgeranno al Centro per la Creatività Cecilia di Tito.
L’ingresso è gratuito, eccetto per alcuni appuntamenti a pagamento.
Il programma dettagliato è disponibile sul sito www.festivaldelladivulgazione.it.
Riguardo al tema scelto, “Informazione & Conoscenza. Quando il più significa meno”, il direttore generale Pierluigi Argoneto spiega: «Oggi abbiamo a nostra disposizione molte più informazioni rispetto al passato, forse troppe, ma la difficoltà di orientarsi rimane la stessa. Non riusciamo, perché non abbiamo la capacità e il tempo, ad elaborare tutte le informazioni in nostro possesso, ad eliminare quelle inutili, inattendibili, fuorvianti, a volte anche quelle eccessivamente tecniche. Così siamo costretti a fare delle scelte basate sull’istinto, sulla simpatia o sull’antipatia di chi ci racconta qualcosa, sulle esperienze pregresse molto spesso parziali e incomplete. In questo modo, l’opinione dello specialista si confonde con quella del semplice appassionato, quella del complottista con quella del politico serio, la notizia vera con la bufala».
«Più informazioni – aggiunge il direttore artistico Vania Cauzillo – sembrano tradursi in meno conoscenza. La verità ha sempre più difficoltà ad emergere, le persone competenti sono sempre più silenziose o inascoltate rispetto a quelle incompetenti, i toni si inaspriscono e tornano ad emergere, prepotenti, atteggiamenti del tutto irrazionali e antiscientifici che rischiano di far tornare la nostra società indietro di decenni. Durante la seconda edizione del Festival della Divulgazione ragioneremo di questo tema con i nostri ospiti, per provare a individuare un faro, per orientarci un po’ meglio e navigare nella giusta direzione. Su di un mare dove, troppo spesso, il più significa meno».

Share Button